Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
In questi ultimi mesi si è assistito ad un vero e proprio boom di iscrizioni di potenziali mystery shopper sulla nostra banca dati online. Le caratteristiche demografiche principali che si riscontrano ovviamente rispecchiano le i principali elementi che identificano – in Italia – l’utente internet: l’età media è centrata tra i 20 ed i 45 anni, con significative fasce tra i ragazzi (16 – 24) e le fasce più avanzate di persone adulte attive (40- 60 anni). Le donne prevalgono, attratte anche dalla possibilità di svolgere questo lavoro con autonomia organizzativa. Il livello di istruzione è invece generalmente molto superiore alla media.

distribuzione dei mystery shopper sul territorio
La distribuzione geografica sul territorio è rispecchiata abbastanza fedelmente, ma un peso relativamente maggiore viene osservato per i grandi centri urbani (vedi cartina), dove spesso le attività di controllo col metodo del cliente misterioso si concentrano e dove è quindi più facile innescare un passaparola tra i mystery shopper e loro conoscenti; ma il passaparola si concentra anche (e soprattutto) direttamente tra chi è oggetto di queste valutazioni (principalmente la forza vendita ed il personale di front-line) una volta che i risultati dell’indagine vengono resi noti.

Quest’ultimo profilo è spesso uno dei più apprezzabili: sono in genere persone con una passione per la qualità del servizio, il cui orecchio (e occhio) è stato ulteriormente affinato dalle motivazioni e dai risultati positivi conseguiti a seguito di campagne di mystery shopping presso la loro realtà lavorativa, e che desiderano poter essere uno strumento di miglioramento anche per le altre realtà:
il mystery shopper quindi non porta solo un punto di vista “fresco”, di un normale cliente, ma sempre più spesso anche una conoscenza diretta ed approfondita dei processi da valutare, cosicchè il risultato è un insieme di informazioni preziose ed accurate per la struttura che voglia migliorare le proprie performance di qualità del servizio erogato.
This post is available only in italian language.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail