+39 (0) 70 499 036 info@mysteryshopeyes.it

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

I tre errori da non commettere ideando un progetto di Mystery Shopping

Vuoi avviare senza errori un progetto di mystery shopping per la tua azienda? 

Al fine di introdurre l’argomento del Webinar gratuito Specialistico per le aziende: “Ideare un programma efficace di Mystery Shopping”

che verrà realizzato da Maurizio Battelli, Ceo della Lynx Mysteryshopeyes, mercoledì 17 Maggio dalle ore 16 alle ore 16:45, siamo qui per spiegarti quali sono gli errori da non commettere in fase di avvio di un progetto di mystery shopping per la tua azienda.

NO AL DOPPIO BINARIO

“Cliente e Agenzia di mystery devono viaggiare nella stessa direzione”

L’esperienza ci insegna, che nella fase iniziale, la cosiddetta fase di setup, è importantissimo puntare  a instaurare una grande sinergia con il cliente che abbiamo davanti.

Questo permette di individuare più facilmente quelle che sono le sue esigenze e, quindi, “cucirgli addosso” un’indagine di mystery shopping in grado di dargli le risposte che va cercando. La fase di setup è molto importante perchè è proprio in questo momento che si decide che linea dare al progetto: infatti in questo momento vengono definiti gli obiettivi da raggiungere, e in base a questi ultimi, si vanno a creare i questionari e/o scenari che verranno realizzati dagli shopper durante l’indagine.

La creazione del questionario/scenario da realizzare è uno dei momenti cruciali, tutto deve essere curato nei minimi particolari e soprattutto deve necessariamente puntare a rispondere alle domande che si fa il committente.

Tra gli errori che può commettere il committente, uno è quello di non esser chiaro nell’indicare all’agenzia di mystery l’obiettivo reale che vuole perseguire, questo è di vitale importanza per la creazione degli scenari in primo luogo perchè ogni azienda è diversa dall’altra, ma soprattutto non è detto che sia alla ricerca delle stesse risposte.

Il fatto di puntare alla ricerca della sinergia, quindi anche ad un rapporto di reciproca fiducia, permette di capire il committente e di consigliargli quello che è il prodotto più adatto per lui.

NO AL “ANY SHOPPER IS OK”

“Ricordati di selezionare con criterio gli shopper in base alle indagini da svolgere”

Un altro tra i potenziali errori che si possono commettere è quello di non seguire con attenzione il lavoro dell’agenzia nella scelta degli shopper che andranno a realizzare le visite mystery.

Ogni shopper ha delle caratteristiche diverse e delle attitudini diverse perciò è di fondamentale importanza individuare con precisione le caratteristiche degli shopper in relazione al progetto che si deve realizzare.

Una scelta frettolosa o addirittura non adeguata degli shopper è un errore da evitare.

Infatti uno shopper deve essere adeguato all’indagine che va a realizzare, dal punto di vista attitudinale quindi in base alle sua esperienza, e alle competenze di settore.

Più lo shopper è portato per quel tipo di indagine, più sarà veritiero il risultato ottenuto.

NO AL CIECO CONSENSO

“Leggi accuratamente il materiale che ti viene sottoposto”

Mai tralasciare una attenta rilettura del materiale indagine che ti è stato sottoposto dall’agenzia, in particolare della check-list creata per te.  

Il tuo feedback è preziosissimo su questa fase, rivedi attentamente il materiale prima che l’agenzia mystery proceda con l’avvio delle indagini, accogli e sfrutta appieno la tua possibilità di proporre modifiche di chiarire tutti i dubbi.

Avere un cliente esigente, curioso e attento fin dall’inizio è un punto di forza per una agenzia mystery che lavora sulla qualità.

Queste sono alcune importanti riflessioni che noi di Lynx Mystery shop eyes mettiamo in atto in fase di setup di un progetto di mystery shopping, altri preziosi accorgimenti ve li darà il nostro Ceo Maurizio Battelli nel webinar che ha realizzato.


Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail


Il Neuro-Selling in Azione

Scarica il nostro E-book sulla Neuro Intervista di Vendita

Grazie ! Riceverai una mail con il link per scaricare l'E-book.